Scigliano

SCIGLIANO

E-mail
 
Passeggiando per le vie del paese di Scigliano, è facile ammirare antichi palazzi e chiesa testimonianza di un patrimonio storico artistico culturale dell’intera valle del Savuto. Partendo da
piazza Carmine Golia, sita nella frazione di Calvisi, risaliamo via IV Novembre. A largo San Nicola dove possiamo ammirare degli antichi palazzi sulla sinistra e la chiesa di San Nicola sulla destra.
Da Diano, dove, oltrepassata la stazione, si arriva alla zona di Marullo. Qui è possibile dissetarsi bevendo la fresca acqua che sgorga dall'antica fontana, da cui la zona prende il  nome. Naturalmente dissetati e rinfrescati , possiamo ora notare, nella piazzetta antistante: portoni e palazzi molto antichi ben curati, dei vicoli caratteristici e la chiesetta di San Leonardo. Attraverso la zona detta di "Petriciallu", fino a raggiungere il convento dei frati Cappuccini meglio conosciuto con il nome di chiesa di San Antonio. Il convento, costruito nel 1587, è stato recentemente ristrutturato ed all'interno di esso si può ammirare un bellissimo chiostro.Qui è ospitata una grande ed importante biblioteca con volumi risalenti al '600. Scendendo lungo la strada ci si dirige a piazza San Giuseppe. Man mano che ci si avvicina si scorge, più alto dei tetti circostanti, un campanile. In questo campanile è inserito un antico orologio completamente ristrutturato e perfettamente funzionante. La chiesa di San Giuseppe si trova nella frazione di Diano è la più grande è la più bella delle numerose chiese di Scigliano. Anche se da sempre chiamata chiesa di "San Giuseppe" essa in origine fu consacrata all'Assunzione della Vergine. La chiesa fu terminata il 1607 e consacrata il 17 settembre dello stesso anno. In questa chiesa sono custodite pregevoli opere d'arte tra le quali ricordiamo l'altare maggiore realizzato in stile gotico (alto circa 10 metri oggi completamente restaurato), un tabernacolo del 1600 ed un organo in legno. Tra queste opere ve ne sono alcune provenienti dal monastero di Corazzo. In questa chiesa in una navata laterale c'è la cappella di San Giuseppe che è il patrono di Scigliano, inoltre qui si custodisce un antico mezzobusto in legno raffigurante San Giuseppe. Nel campanile di questa chiesa vi si trovava il "Monte di Pietà" un’istituzione benefica che aveva la funzione di prestare denaro senza interessi ai poveri. La chiesa della Vergine di Monserrato Si trova nella parte alta del paese e sovrasta le frazioni di Diano e Calvisi essa fu eretta verso la fine del 1700 in seguito ad un evento miracoloso che li accadde.
La chiesa è ubicata (fuori dal paese), per motivi di sicurezza tale quadro è stato sostituito nell'altare con una copia, il quadro originale è stato così spostato in un luogo sicuro dove può essere
facilmente custodito. Annessa alla chiesa fu eretta dal Pio Sacerdote di Scigliano D. Giuseppe Arcuri attorno al 1790 la rinomata "Casa d'Istruzione ed esso stesso fu il primo benemerito Rettore,
attualmente in tale parte della costruzione è ospitato l'Hotel-Ristorante "Ginnasio". All'interno della chiesa sono custodite le reliquie di diversi santi e le spoglie del martire cristiano San Giustino che è
custodito in una teca in una navata laterale della chiesa. La chiesa di san Nicola Si trova nella parte alta di Calvisi, di essa si sa che fu consacrata il 12 maggio 1748 dal Vescovo De Bernardis. Ancora
perfettamente conservato si trova all'interno su un pilastro del lato destro della navata centrale un pulpito, realizzato in legno, abbellito da rifiniture dorate e con un bellissimo dipinto nella parte
superiore. All'interno della chiesa viene custodita una statua di pregevole fattura, alta circa 1,5 metri in marmo bianco, raffigurante la Madonna della Neve. Questa statua poggia su una base anch'essa in marmo bianco su cui vi sono scolpite diverse scene sacre. Essa originariamente si trovava nel Monastero di Santa Maria di Corazzo e fu trasportata su di un carro trainato da buoi (visto il suo notevole peso) nella chiesa di San Nicola. La chiesa della Madonna del Carmine Si trova sulla cima di una collina che sovrasta il fiume Bisirico alla frazione di Pertisi nella parte bassa del paese. La chiesa dell’Assunta si trova nella frazione di Lupia, per essa la cerimonia della posa della prima pietra avvenne il 17 settembre del 1580 ad opera di Mons. Perbenedetti, i lavori di costruzione durarono circa trenta anni e alla fine di essi, era il 2 maggio 1610, fu consacrata dal Vescovo Mons. Monaco. Questa chiesa eretta sulle rovine di un'altra chiesa, fu gravemente danneggiata dal terremoto del 1638. In questa chiesa fu seppellito il Vescovo Gianjacopo Palemonio che dimoro a Scigliano (dove fece costruire due palazzi vescovili uno nella frazione di Diano ed uno nella frazione di Lupia) fino alla morte che avvenne nel 1692, egli a Scigliano pubblicò le sue opere e per far ciò fece arrivare da Roma e dal Belgio due abili stampatori. La Chiesa della Madonna delle
Timpe ( "timpa" nel dialetto sciglianese sta a significare un grosso dirupo) fu eretta nel 1549 da un signore dell'epoca di cognome Telesio (presumibilmente appartenente alla famiglia del famoso filosofo) per grazia ricevuta.
http://www.sciglianocomune.it/

 

 

26.02.2014. Intervista a Lucia Nicoletti Presidente Gal Savuto alla firma delle convenzioni con otto Comuni del territorio. VIDEO.

Chi è online

 46 visitatori online

Google traduttore